L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Parchi e Giardini pubblici ::: L'importanza della tempestività dei trattamenti antizanzara

01 Giu

L'importanza della tempestività dei trattamenti antizanzara

L'importanza della tempestività dei trattamenti antizanzara

Le zanzare hanno un potenziale riproduttivo piuttosto alto; è sufficiente fare mente locale su alcuni numeri della loro biologia.

Le diverse specie presentano più generazioni all’anno, la durata del ciclo biologico in condizioni ambientali ottimali è molto breve: per citarne alcune Culex pipiens (zanzara comune) e Aëdes albopictus (zanzara tigre) impiegano a raggiungere lo stadio adulto circa 10 gg, Aëdes koreicus (zanzara coreana) impiega un po’ di più, circa 15 gg. Le femmine possono vivere anche 3 mesi e nella loro vita depongono da una cinquantina a centinaia di uova a seconda della specie.

In caso di condizioni avverse, ad esempio la siccità, le uova hanno un’incredibile capacità di resistere e di schiudersi quando le condizioni propizie si ripristinano.

I focolai larvali, definiti come qualsiasi raccolta d’acqua temporanea o perenne in grado di accogliere le uova e permettere lo sviluppo delle larve (Romi, 1996), rappresentano piccole aree da cui si diffondono nugoli di zanzare composti da migliaia di individui il cui numero va aumentando fino a raggiungere il picco quando la temperatura e l’umidità sono alte e quindi ottimali per lo sviluppo di questi insetti.

Alcuni focolai, con un po’ di attenzione, sono eliminabili (acqua stagnante nei sottovasi, cisterne senza coperchio, …), altri invece sono impossibili da rimuovere. 

Ignorare e non intervenire sui focolai larvali porta ad avere infestazioni di zanzare poi difficilmente controllabili. 

Gli interventi, sia in ambito pubblico sia privato, pertanto devono essere programmati sul territorio in base al monitoraggio dei focolai larvali e svolti il più rapidamente possibile nel momento in cui ci sono le condizioni ambientali per la deposizione delle uova, per evitare il proliferare esponenziale degli adulti.

Gli interventi insetticidi sono con più facilità circoscrivibili se si effettuano sui focolai larvali mentre, se si opta per i trattamenti contro gli adulti, è giocoforza dover trattare superfici e volumi decisamente maggiori ottenendo comunque risultati limitati nel tempo e non risolutivi.

Leggi anche 

- Azioni di eliminazione dei focolai di zanzare

- Zanzare, le azioni necessarie per proteggere la collettività

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

04 Dic Gli insetti e la loro adattabilità alle nuove costruzioni e ai nuovi modi di costruire 18 Mar Lotta larvicida con bacillus 31 Mag Le arvicole
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it