L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale

Ricerca Infestante

In questa sezione sono raccolte le informazioni scientifiche degli infestanti.
In particolare ciascun infestante è presentato secondo la classificazione tassonomica, la descrizione morfologia, la biologia e il comportamento, gli ambienti frequentati e i danni che può causare in caso di diffusione. 

 

Elenco infestanti :::

G. dalmatina frequenta edifici, e si trova soprattutto in aree umide ebuie come le cantine egli scantinati in genere, per questo è piuttosto comune in villaggi storici e in ambiente rurale.

La specie è antropofila ed è diffusa in tutta Italia, comprese le isole.

 

 

::: Grilli

Grilli

Gryllomorpha dalmatina (Ocskay) Grillo delle cantine

Ordine: Orthoptera | Famiglia Gryllidae

Descrizione morfologica

Adulto

Gryllomorpha dalmatinaè un grillo di taglia media, misura circa 15-20 mm di lunghezza. Il capo porta antenne filiformi molto lunghe e due occhi composti di colore nero ben evidenti, di forma rotonda.

Il torace porta le zampe, che, come nelle altre specie di grillo, sono molto sviluppate e il terzo paio presenta il femore ingrossato e robusto. Non sono presenti le ali.

L'addome è caratterizzato da lunghi cerci all'estremità, portati divaricati sia nel maschio sia nella femmina, ma con una differenza: nella femmina sono dritti, nel maschio invece sono ricurvi nel terzo distale. Nelle femmine è molto ben visibile l'ovopositore, appiattito longitudinalmente, lungo dai 12 ai 17 mm.

Il corpo di questo grillo è di colore bruno chiaro e disseminato da macchie scure che ricoprono anche le zampe.Sul capo sono presenti due macchie scure tondeggianti tra gli occhi. Sul pronoto sono evidenti quattro macchie scure sub-rettangolari disposte regolarmente a formare una specie di croce al centro di colore più chiaro. Alcune caratteristiche di questa specie non sono uguali in tutte le popolazioni rinvenibili nell'area mediterranea, infatti secondo Gorochov (2009) sono presenti 3 sottospecie.

Uovo

Le uova di G. dalmatina hanno una forma cilindrica molto allungata e misurano circa 2 mm di lunghezza.

Neanide

Simile all'adulto, differisce solo per l'apparato riproduttore non sviluppato e per le dimensioni inferiori.

 

 

Biologia e comportamento

La specie mostra un comportamento molto simile ad Acheta domestica.

La femmina dopo l'accoppiamento depone le uova da cui schiudono le neanidi che frequentano lo stesso ambiente degli adulti.

Gli adulti sono presenti tutto l'anno, se vivono in ambienti riparati come gli edifici e locali industriali, la maggior presenza si registra da settembre a novembre. In natura, invece, si trovano gli adulti in genere da aprile a settembre a seconda delle condizioni ambientali.

Prediligono ambienti umidi e bui e per questo in natura si trovano sotto le pietre, legno morto, nella lettiera dei boschi e si rinvengono nelle grotte.

Gli adulti essendo atteri non sono in grado di emettere suoni, sono lucifughi e sono attivi nelle ore notturne.

La specie è onnivora e si nutre anche a spese di detriti organici per cui facilmente reperisce cibo anche negli edifici.

 

 

 

Ambienti frequentati

G. dalmatina frequenta edifici, e si trova soprattutto in aree umide ebuie come le cantine egli scantinati in genere, per questo è piuttosto comune in villaggi storici e in ambiente rurale.

La specie è antropofila ed è diffusa in tutta Italia, comprese le isole.

 

 

Materiali attaccati

La specie raramente attacca materiali direttamente.

 

 

Immagine Principale

Danni

La presenza del grillo nelle abitazioni, uffici o nei locali di lavorazione soprattutto se al pian terreno e in ambito rurale non comporta nessun danno diretto. Può contaminare accidentalmente le derrate con le esuvie e, più spesso, con le sue carcasse.

 

 

Potrebbero interessarti anche

Acheta domesticus (Linnaeus)

<i>Acheta domesticus</i> (Linnaeus)