L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Industrie agrozootecniche ::: L’interessante caso degli stercorari dell’Australia

23 Set

L’interessante caso degli stercorari dell’Australia

L’interessante caso degli stercorari dell’Australia

 

È fuori discussione la presa di coscienza collettiva verificatasi negli ultimi anni circa l'utilità degli insetti per gli equilibri ambientali del pianeta e la sopravvivenza stessa dell'umanità: ad esempio i problemi che da più di dieci anni affliggono le api da miele e gli impollinatori in generale, i numerosi articoli scientifici che hanno messo in evidenza una preoccupante diminuzione della biomassa di insetti in diverse parti del pianeta hanno sensibilizzato notevolmente l'opinione pubblica su questo tema.

 

Sull'importanza del ruolo anche positivo che gli insetti svolgono nell'ecosistema si è scritto molto e noi esseri umani, un pò distratti, riusciamo a focalizzare veramente il problema quando i loro mancati servizi ci procurano un danno economico diretto. È il caso dell'interessante storia degli stercorari dell'Australia. I Coleotteri stercorari svolgono un'azione fondamentale nella decomposizione e smaltimento degli escrementi solidi di grandi animali, come ad esempio i ruminanti. Funziona tutto finché questi insetti, insieme ad altri, svolgono il loro compito indisturbati e lontano dagli osservatori umani, ma quando non ci sono che cosa succede?

 

Nell'800 in Australia furono introdotti i ruminanti, come i bovini, che vennero lasciati liberi di pascolare sulle enormi distese di prati. Ma i ruminanti erano animali nuovi per questo continente e gli invertebrati locali non riuscivano ad aiutare nella decomposizione dei loro escrementi essendo abituati a quelli più fibrosi dei marsupiali. Ben presto grandi superfici di pascoli vennero ricoperte di sterco che richiedeva tanto tempo per decomporsi, diventando presto inutilizzabili in quanto i bovini non si alimentano nei pressi dei loro escrementi. Ma non solo: gli escrementi bovini sono una fonte alimentare per varie specie di mosche australiane che oltre a infastidire il bestiame sono anche vettori di malattie. E il fatto di non decomporsi significa anche il blocco di grandi quantità di nutrienti senza permettere la loro rimessa in circolo.

 

Negli anni '50 del secolo scorso un entomologo ungherese emigrato in Australia capì il problema e suggerì l'importazione di stercorari per affrontare la situazione. Negli anni successivi fu impostata la ricerca presso la “Division of Entomology” di Canberra e messo a punto dal CSIRO (Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation - Australia's national science research agency) un progetto, “Dung beetle program”, per importare stercorari e liberarli sui pascoli dell'Australia, naturalmente con le opportune cautele come ad esempio il rispetto delle quarantene. La maggior parte furono importati dal Sud Africa. Attualmente 8 specie di stercorari importati vivono sui pascoli australiani e questa esperienza è considerata un successo.

 

Il servizio per la degradazione degli escrementi e per la salute del suolo, che svolgono gli stercorari in Australia, è ritenuto talmente importante che ancora oggi la raccolta e la distribuzione avvengono attraverso associazioni di volontari come i “Landcare groups”, gli agricoltori e gli appassionati (https://csiropedia.csiro.au/dung-beetle-program/)

.

 

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

16 Ago Le mosche che infestano gli allevamenti di bovini 24 Apr Attrattivi e Insect growth regulator come supporti nella lotta insetticida 14 Nov Cosa abbiamo imparato dallo scandalo “fipronil”
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it