L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Abitazioni ::: l’insetto: da ombra a presenza fastidiosa

26 Ago

l’insetto: da ombra a presenza fastidiosa

l’insetto: da ombra a presenza fastidiosa

 

La percezione degli insetti da parte degli esseri umani si potrebbe definire bizzarra. Escludendo gli appassionati, tutti gli altri ignorano il mondo degli insetti finché non hanno un’interazione con loro, in genere negativa. Sicuramente le dimensioni non aiutano: gli insetti, almeno la maggior parte di quelli che vivono alle nostre latitudini, sono di piccole dimensioni, hanno un ciclo vitale che spesso si compie in luoghi dove le persone non vanno a guardare, molte specie preferiscono il buio e rimangono nascoste in anfratti più o meno difficilmente accessibili.

 

Necessitano quindi di poco spazio e di piccolissime quantità di cibo, almeno secondo l’ordine di grandezza a cui noi siamo abituati. Prendiamo come esempio l’ambiente domestico: una macchina da cucire accumula, nell’anfratto molto piccolo e buio che si trova al di sotto del meccanismo di ago-spoletta, una piccola quantità di fili di cotone e meno frequentemente lana con cui si effettuano le cuciture. In questo anfratto cade anche qualche piccola goccia di olio utilizzato per lubrificare i meccanismi della macchina e qui è possibile lo sviluppo di un paio di larve di dermestidi che trovano spazio e cibo sufficiente alla loro sopravvivenza.

 

In questo caso ci si può accorgere della piccola infestazione solo se si effettua un’accurata pulizia di questo anfratto, attività che viene svolta non certo molto spesso. Un altro esempio è quello dei feltrini posti alla base dei piedi delle sedie: piccoli, sottili e apparentemente inospitali. Anche qui qualche larva di dermestide si può sviluppare senza grossi problemi. Dei dermestidi in genere ci si accorge indirettamente: quando si trovano buchi nei maglioni di lana, oppure quando ci si accorge di piccoli insetti adulti ovoidali o quasi globosi posati sui vetri delle finestre nei mesi di aprile-maggio e non si capisce da dove provengano.

 

Queste caratteristiche biologiche rappresentano un punto di forza, un grande vantaggio per l’insetto, e costringono così gli esseri umani ad approfondire e a indagare per mettere in evidenza le eventuali infestazioni.

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

16 Dic Sapevi che la riproduzione di ratti e topi cambia in ambiente antropizzato? 11 Nov Le blatte e la loro avversione verso i formulati in gel 05 Ago Perché in estate le vespe ci ronzano attorno?
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it