L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Aree pubbliche e comunità ::: Ecosistema in equilibrio: il delicato rapporto tra afidi e coccinelle

13 Mag

Ecosistema in equilibrio: il delicato rapporto tra afidi e coccinelle

Ecosistema in equilibrio: il delicato rapporto tra afidi e coccinelle

 

Qualsiasi ambiente, sia esso naturale o gestito dall’uomo, presenta innumerevoli forme di vita in relazione più o meno diretta tra di loro. In un ambiente in equilibrio la catena alimentare tende ad autoregolarsi: gli organismi che si nutrono di altri organismi sono in numero proporzionato alle risorse alimentari (altri organismi) che l’ecosistema offre. Per cui ad ogni livello della catena è importante che la specie che viene predata resti in un numero sufficiente a garantirne la sopravvivenza.

 

Prendiamo in esame il caso degli afidi.

 

Gli afidi si nutrono della linfa di piante coltivate, spontanee e ornamentali, nella maggior parte dei casi delle parti in accrescimento perché tenere e turgide, ricche di linfa della migliore qualità. Quando gli afidi sono pochi la pianta subisce un danno molto limitato e sopportabile, mentre se la loro presenza è eccessiva si evidenziano germogli deformati, così come le foglie, boccioli più piccoli e malformati, con tutte le conseguenze del caso: brutta fioritura se si tratta di una rosa, meno granella se si tratta di un frumento.

 

Gli afidi hanno un potenziale riproduttivo notevole: sono in grado di raddoppiare la popolazione in pochi giorni se la temperatura è favorevole, nel caso del famoso afide del pesco (Myzus persicae) a 20 °C la popolazione si raddoppia in meno di 3,5 giorni! Va notato che l’afide del pesco citato, nonostante il nome, non infesta solo il pesco ma anche il crisantemo, le cucurbitacee (come il cocomero, il melone, lo zucchino e la zucca), la lattuga, la fragola, la rosa e le solanacee (melanzana, peperone, pomodoro).

 

Negli ambienti in equilibrio, anche se non perfetto, esistono i cosiddetti limitatori naturali, per fortuna, anche per gli afidi

: le coccinelle. Questi simpatici coleotteri di colore rosso con i classici puntini neri noti a tutti e simbolo di portafortuna sono dei formidabili predatori di afidi nel senso che, sia allo stadio di larva sia allo stadio di adulto, passano le loro giornate a mangiare afidi. In realtà sarebbe più corretto parlare di coccinellidi perché, oltre alla classica coccinella dai sette punti neri che tutti abbiamo in mente (Coccinella septempunctata), ne esistono tante altre specie meno note ma non per questo meno importanti nel controllo delle popolazioni degli afidi.

 

 

Questa ricchezza di specie è di fondamentale importanza poiché ognuna mostra una predilezione per certi habitat e livelli di vegetazione (erbe, arbusti, alberi), e di conseguenza si nutre di diverse specie di afidi anche loro molto numerose.

 

Un ambiente agricolo variegato con differenti tipi di colture, argini, filari, siepi, ecc. ma anche un giardino o un parco gestito secondo i dettami della sostenibilità possono favorire la presenza di questi importanti predatori e permettere loro di svolgere il ruolo ecologico mantenendo le popolazioni degli afidi entro limiti accettabili, rendendo all’uomo il cosiddetto “servizio ecosistemico” di cui ultimamente si sente tanto parlare, in forma del tutto gratuita!

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

05 Lug La mitigazione del rischio 27 Mag L'importanza dell'entomologo in ambito di progettazione ambientale o strutturale 03 Mag Cambiamenti climatici: l'aumento delle temperature e l'effetto sugli insetti pronubi
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it