L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Parchi e Giardini pubblici ::: Le arvicole

31 Mag

Le arvicole

Le arvicole

Le arvicole sono piccoli Roditori appartenenti alla famiglia dei Muridi. Si distinguono dai ratti per il loro profilo caratteristico: corpo tozzo, capo poco distinto con il muso arrotondato, orecchie piccole e poco distinte, coda e zampe molto corte. Il colore del pelo è di solito bruno-rossastro. Sono inoltre di piccole dimensioni: circa 8 cm di lunghezza con una coda di 2-3 cm, gli adulti pesano circa 20 g.

Le specie diffuse pressoché in tutta Italia sono Arvicola terrestrise Microtus savii.
La prima - l’Arvicola terrestre - è legata ai canali e ai corsi d’acqua con argini fittamente ricoperti di vegetazione, diffusa anche se irregolarmente in pianura e nella bassa collina, sembra molto rarefatta nelle aree fortemente antropizzate dove i canali hanno gli argini ripuliti e/o cementificati. Si tratta di roditori che scavano nel terreno, tra i 10 e gli 80 cm di profondità, una fitta rete di gallerie che viene da loro usata come rifugio e luogo di riproduzione ma anche come via a cui arrivare al cibo. Si nutrono, infatti, a spese delle radici delle piante. Sono legate all’ambiente aperto e non entrano mai nelle abitazioni o altri edifici.
L’Arvicola di Savi (Microtus savii) è piuttosto abbondante ed è nota per i danni in agricoltura sulle colture ortive, in particolar modo il carciofo, e sulle piante da frutto.
Sono una preda ambita da rapaci notturni e diurni per cui l’uso di esche rodenticide comporta problemi anche per questi uccelli, che svolgono un importante ruolo dal punto di vista ecologico e sono protetti.
Non si tratta di animali molto diffusi ovunque e questo determina una differente percezione da parte dell’uomo nei loro confronti: dove sono molto diffuse possono causare danni e di conseguenza vengono contrastate, mentre in alcune aree la loro presenza è talmente ridotta da spingere gli enti preposti ad adottare misure di protezione. È quello che succede in Svizzera nel Canton Ticino dove la specie è piuttosto rara, per cui la sua scomparsa viene vista come una riduzione della biodiversità del territorio considerato (Tiziano et al., 2012).

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

04 Dic Gli insetti e la loro adattabilità alle nuove costruzioni e ai nuovi modi di costruire 18 Mar Lotta larvicida con bacillus 28 Giu Avvisaglie di Popillia Japonica
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it