L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Aree pubbliche e comunità ::: Le zanzare anofeline e culicine

24 Ago

Le zanzare anofeline e culicine

Le zanzare anofeline e culicine

Parliamo oggi di zanzare particolarmente diffuse nel nostro territorio: le anofeline e le culicine.

Questi due raggruppamenti appartengono ai Culicidi, famiglia di Ditteri Nematoceri che comprende qualche migliaio di specie, di cui circa la metà di origine tropicale.

Alla sottofamiglia delle Anofeline appartiene, tra gli altri, il genere Anopheles, mentre i generi Culex e Aëdes appartengono alla sottofamiglia delle Culicine.

Mettiamo a confronto ora alcuni caratteri distintivi, comportamentali e morfologici, delle zanzare anofeline e culicine.

DEPOSIZIONE UOVA

Le specie appartenenti alla sottofamiglia Culicine ricercano in genere, per deporre le uova, acque sporche e torbide mentre le Anofeline preferiscono acque chiare e ben ossigenate. Le uova delle Anofeline sono sempre deposte singolarmente mentre le Culicine, a seconda delle specie, depongono le uova singolarmente o a gruppi.

COMPORTAMENTO 

Un’altra caratteristica che distingue le due sottofamiglie è la posizione che gli adulti assumono quando sono appoggiati su una superficie: le Culicine tengono il corpo quasi parallelo alla superficie di appoggio mentre le Anofeline posizionano il corpo inclinato a formare un angolo acuto rispetto alla superficie, con il capo più vicino alla superficie stessa rispetto all’estremità dell’addome. 

Le larve per respirare si “appendono “ in maniera diversa al pelo dell’acqua: le Culicine si aggrappano con il sifone respiratorio alla superficie dell’acqua e rimangono a “penzoloni” nell’acqua stessa mentre le larve delle specie appartenenti alla sottofamiglia Anofeline tengono il corpo parallelo sotto la superficie dell’acqua.

NUTRIZIONE

Una differenza sostanziale tra gli individui maschi e femmine, in questo caso in tutte le specie di zanzare, è che i primi si nutrono di sostanze zuccherine mentre le femmine hanno bisogno (anche) di pasti di sangue per avere un apporto proteico necessario alla maturazione delle uova. I maschi quindi non pungono né l’uomo né gli animali. Tra i principali caratteri morfologici distintivi possiamo notare nei maschi grandi antenne piumate mentre nelle femmine le antenne sono ricoperte solo di peli più brevi e radi. 

Nel nostro paese, le numerose introduzioni accidentali di specie di zanzare provenienti da aree geografiche anche molto lontane (Aëdes albopictus, . koreicus, . japonicus ad esempio) e la loro conseguente pericolosità, rendono il monitoraggio delle specie presenti aspetto di rilevanza nazionale.

Il pericolo sanitario, dovuto dalla presenza di zanzare, vettori di importanti patologie, è tristemente noto. Infatti, alcune specie dei generi Aëdes e Culex, sono vettori di virus e causano malattie come la febbre gialla, la dengue e la chikungunya mentre il genere Anopheles è responsabile della trasmissione del plasmodio della malaria.

Risulta quindi importante la diffusione di una cultura atta a limitare e controllare le infestazioni, come pratiche di monitoraggio (ovi-trappole), prevenzione (evitare i ristagni idrici) e, in caso di necessità, di difesa con trattamenti (insetticidi larvicidi e adulticidi) con prodotti idonei e a bassa pericolosità.

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

05 Lug La mitigazione del rischio 27 Mag L'importanza dell'entomologo in ambito di progettazione ambientale o strutturale 03 Mag Cambiamenti climatici: l'aumento delle temperature e l'effetto sugli insetti pronubi
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it