L'aziendaArea DocumentaleApprofondimentiNovitàFaqContatti
Copyr igene ambientale Copyr igene ambientale
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

CAMPUS Copyr: Approfondimenti

Una sezione dedicata ad approfondimenti sugli infestanti più
diffusi negli ambienti pubblici e privati.
I contenuti sono realizzati in collaborazione con il DI.PRO.VE.S.
(Dipartimento di scienze delle Produzioni Vegetali e
Sostenibili) - Area Protezione Sostenibile delle Piante e
degli Alimenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
di Piacenza.

Una sezione in cui potrai trovare informazioni utili sul tema
dell’igiene ambientale e dedicata ad approfondimenti sulle
tecniche migliori per affrontare gli infestanti più diffusi
negli ambienti pubblici e privati.

Approfondimenti ::: Abitazioni ::: Formiche: distinguere colonie

24 Lug

Formiche: distinguere colonie

Formiche: distinguere colonie

Come scrive Maeterlinck nel suo libro “La vita delle formiche”, “vi sono tanti formicai quante sono le specie di formiche, e altrettanti costumi differenti. Non si domina mai l’argomento, e non si sa da dove iniziare”. Frase veritiera se si considera anche che sono insetti complessi da studiare perché allevabili con difficoltà.
Le formiche, di solito, nidificano nel suolo in colonie più o meno numerose, preferibilmente in prossimità delle fonti di cibo, che si procurano sia in natura sia sottraendolo all’Uomo.

Negli Imenotteri sociali sono note 3 modalità di fondazione delle colonie:
1) la regina fecondata comincia la costruzione del nido da sola o con l'aiuto di operaie;
2) parecchie regine fondano la colonia insieme e alla fine della prima generazione una regina prende il sopravvento, eliminando tutte le altre;
3) due o più regine fondano la colonia e convivono attive nello stesso nido.

Nel primo e nel secondo caso si tratta di colonie monoginiche (con una sola regina), nel terzo caso invece si parla di colonie poliginiche (con due o più regine). Ad esempio Lasius niger (la formica nera dei giardini) appartiene alla seconda categoria: la prima generazione è una colonia poliginica, successivamente diventa monoginica. Appare quindi importante l’identificazione della specie per associarne correttamente la biologia. Le colonie monoginiche sono in genere più piccole delle poliginiche e quindi vivono in nidi meno estesi. Una lotta efficace deve prevedere l’eliminazione delle operaie ma anche della/e regina/e, in caso contrario la colonia potrà essere indebolita ma continuare a sopravvivere. Come detto non è facile stabilire se una colonia è monoginica o poliginica pertanto la lotta dovrà essere impostata con attenzione e sicuramente non si può pretendere di risolvere il problema con un solo intervento.

accedi alla scheda dell'infestante

è stato utile?

Si
No
Grazie per per aver lasciato un feedback.
Hoops! riprova in un secondo momento.

Potrebbero interessarti anche

16 Dic Sapevi che la riproduzione di ratti e topi cambia in ambiente antropizzato? 11 Nov Le blatte e la loro avversione verso i formulati in gel 26 Ago l’insetto: da ombra a presenza fastidiosa
Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Richiedi
l'intervento
di un
operatore
abilitato

Se non sei ancora seguito da
un'azienda specializzata, segnalaci il
problema e ti metteremo in contatto
con un professionista e/o rivenditore abilitato.

 

segnala un problema

Copyr PCO | Portale dedicato alla disinfestazione

Iscriviti alla
newsletter

Complimenti!
registrazione effettuata con successo.
Riceverà un email di conferma al sui indirizzo di posta elettronica.
Hoops!
Si sono verificati dei problemi durante la registrazione.
Riprova in un secondo momento!

Se il problema persiste invia un email a copyrpco@copyr.it